Cudillero: il borgo anfiteatro del Principato delle Asturie

Il principato delle Asturie è una delle zone più verdi di Spagna. Situato nel nord della penisola è bagnato dal Mar Cantabrico, e confina di fatto con la Cantabria e la Galizia. Il suo slogan per molti anni è stato “Asturias Paraíso Natural“, ovvero Asturie, un Paradiso Naturale, infatti l’importanza della sua biodiversità è riconosciuta a livello internazionale e i suoi paesaggi naturali apprezzati da tanti viaggiatori.

Il Nord della Spagna è la meta ideale da scoprire attraverso un viaggio On the Road. Noi siamo partite dalla Galizia per percorrere in auto la strada e fermarci, paesino dopo paesino, ad ammirare la bellezza che questo territorio regala lungo il cammino. Oltrepassando il confine tra una comunità autonoma e l’altra, i luoghi sembrano molto simili tra loro, ma basta addentrarsi un po’ di più per riconoscere le peculiarità che caratterizzano ognuno di essi. 

La prima tappa del nostro viaggio è stata una cittadina molto singolare…hai mai sentito parlare di Cudillero?

Il borgo anfiteatro di mare

Cudillero profuma di mare, di pesca, di vita. Le case, così colorate, sono orientate proprio verso la costa, e questi bei colori lo rendono un posto davvero caratteristico. Il piccolo borgo di mare, considerato tra i più belli delle Asturie, si sviluppa intorno a un faro. La maggior parte dei suoi abitanti vive di pesca e vengono chiamati Pixuetos.

Gli scorci sono molto particolari perché sembra di guardare un anfiteatro in prossimità del mare. Gli edifici sono stati costruiti sul versante della montagna orientato verso il porticciolo dei pescatori. 

Un’escursione a Cudillero è d’obbligo tra le tappe del tua avventura nella Spagna settentrionale. Se poi desideri passare qualche giorno nella tranquillità della natura, senza rinunciare alla gastronomia, quella degna di nota, allora hai trovato il posto giusto per rilassarti.

Cosa mangiare a Cudillero  

Data la ricchezza del mare della costa Cantabrica, a Cudillero la cucina a base di pesce e molluschi autoctoni vanta una tradizione ben radicata. Che siano tapas e stufati, resterai a bocca aperta per la varietà e la qualità dei piatti di questa comunità autonoma.

Il piatto tipico locale è il Curadillo, si tratta di un pesce essiccato al sole, che non viene sottoposto a processi di salagione. Le sue caratteristiche culinarie derivano soltanto dall’esposizione prolungata al sole.

In passato questo pesce era considerato un simbolo di benestare. I racconti popolari narrano che un tempo, le ragazze che cercavano marito guardavano dalla finestra per contare quanti curadillo possedeva ogni pescatore. Chi ne aveva di più era considerato un buon partito in grado di assicurare un prospero matrimonio. 

Come arrivare a Cudillero

Noi siamo arrivate a Cudillero dalla vicina Galizia in automobile. Se viaggerai in aereo, l’aeroporto più vicino a soli 15 km di distanza dal paese è l’Aeropuerto de Asturias nella città, di Oviedo.

Se preferisci muoverti con mezzi di trasporto locale, puoi viaggiare in autobus dalle principali citta delle Asturie Gijón, Oviedo y Avilés, o in treno. La stazione ferroviaria dista appena un paio di chilometri dal centro storico della cittadina, quindi facilmente raggiungibile anche a piedi.

Conoscevi già questo bel borgo? Hai visitato altri luoghi della Spagna più verde?

Elena y Noelia

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui ci va il contenuto dl popup in italiano