Piazza dei Miracoli

Piazza dei Miracoli: vista di Pisa da un’insolita prospettiva

Sei mai stata in Piazza dei Miracoli? La sua fama ha conquistato il mondo e scommettiamo che se non l’hai ancora visitata sarai sicuramente curiosa di scoprirne la bellezza da tanti decantata. Lo sai che adesso è possibile osservarla dall’alto? Vieni a vederla con noi!

A spasso tra Medioevo e tempi moderni

Tutti i monumenti della piazza sono noti per il loro splendore architettonico, ma il più conosciuto in assoluto è la Torre Pendente, nonché campanile della Cattedrale. Dalla sua cima la vista è mozzafiato, ma non scoraggiarti se pensi che 294 gradini siano troppi da salire, potrai comunque goderti il panorama dal camminamento in quota delle Mura di Pisa.

Durante il Medioevo, Pisa era difesa da una cinta muraria che ne delineava il confine, parte della quale ha resistito al passare del tempo. Fortunatamente oggi, grazie ad operazioni di riqualificazione urbana, si possono percorrere più di 3 km sulle mura, attraversando la parte nord della città. Turisti e cittadini possono finalmente ammirare Piazza dei Miracoli da una posizione privilegiata, e guardare scorci nascosti agli occhi di chi sceglie le classiche vie pedonali. Questo piacevole trekking urbano racconta la storia della città e mostra le sue diverse sfaccettature, oltre ai punti di interesse risalenti a diverse epoche.

Un miracolo di piazza

Il vero nome dello slargo è Piazza del Duomo, ma da circa un secolo a questa parte, grazie a Gabriele D’Annunzio, tutti la conosciamo come Piazza dei Miracoli. Lo scrittore restò talmente estasiato da tanta armonia che non poté far altro che definirla frutto di un miracolo.

La sua stupefacente bellezza non è l’ unica particolarità del complesso monumentale. Alcuni studiosi lo definiscono un luogo unico in quanto la posizione degli edifici è la stessa degli astri della costellazione dell’Ariete. Fino al 1741 l’anno pisano iniziava il 25 Marzo, pochi giorni dall’inizio della primavera, periodo che coincide con l’avvento astrologico dell’Ariete. Due arieti si riconoscono anche nei bassorilievi ai lati della porta di entrata della Torre.

Tutto ciò a testimonianza del fatto che i pisani si identificassero proprio con questo animale: simbolo di determinazione, sacrificio e rinascita, l’Ariete rispecchia a pieno la loro caparbietà. Nel corso dei secoli, effettivamente, hanno spesso dimostrato di saper rialzare la testa davanti a molte difficoltà.

 

Qualche info utile

 

  • La stazione ferroviaria più vicina è San Rossore e dista circa 10 minuti a piedi da Piazza dei Miracoli. Se arrivi in auto ti consigliamo di parcheggiare in Pisa Tower Parking o negli stalli blu nei pressi della piazza che è esclusivamente zona perdonale.
  • L’ingresso alla piazza è gratuito. Si paga solo l’entrata ad alcuni monumenti, ma è prevista una scontistica a seconda di quanti vorrai visitarne.
  • La passeggiata in quota è alla portata di tutte noi, anche alle meno sportive, il percorso è in piano e non presenta nessuna difficoltà. I 4 punti di accesso e discesa sono distribuiti lungo il percorso, quindi decidi tu quanto e verso quale direzione camminare.

 

Piazza dei Miracoli colpisce da ogni angolo, ma noi siamo rimaste a bocca aperta la prima volta dall’alto.

Aspettiamo le tue impressioni, e se scopri un’altra prospettiva inedita non dimenticarti di condividerla con noi!

Elena e Noelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui ci va il contenuto dl popup in italiano